Autore: Terre di Ger

Terre di Ger a La Vuelta

La Vuelta 2021 si svolgerà da Sabato 14 agosto a Domenica 5 settembre 2021: 21 tappe per una distanza totale di 3417,7 Km.

  • 8 tappe pianeggianti (2 con finali in salita)
  • 4 tappe di collina
  • 7 tappe di montagna
  • 2 tappe individuali a cronometro
  • 2 giorni di riposo

Questo il programma dettagliato per i corridori, fra paesaggi assolati e il nord selvaggio. Si parte da Burgos e si scende verso Sud, attraversando la magnifica zona costiera che va da Alicante a Rincon de la Vitoria. Poi ci si avvicina al centro della Spagna fino a Cordoba. Lo spettacolo si accende nel nord, con il leggendario Lagos de Covadonga come passaggio principale nel corso della terza settimana. E poi il finale che quest’anno sarà a Santiago de Compostela, stavolta lontano da Madrid.

Il team BORA-hansgrohe si presenta con: Cesare Benedetti, Patrick Gamper, Felix Großschartner,  Martin Laas , Jordi Meeus , Toni Palzer , Max Schachmann , Bem Zwiehoff. Per la classifica generale il nostro Felix potrebbe confermare il risultato positivo dell’anno scorso, mentre Jordi giocherà le sue carte nelle volate. Max ha la libertà di puntare a qualche tappa. Diamo il benvenuto a Toni Plazer, alla sua prima corsa di tre settimane, magari scalerà come sa fare d’inverno in montagna. 

Incrociamo le dita e diamo un in bocca al lupo alla squadra. 

Con enorme entusiasmo supportiamo la squadra e presentiamo l’edizione speciale delle etichette dedicate alla Vuelta in collaborazione con BORA Cooking System.

Pre-ordina i vini La Vuelta nel nostro Shop!

Tour de France 2021

Il Tour 2021 parte dalla Bretagna il 26 Giugno e dalla sua città simbolo Brest. In Bretagna, detta Terre de Vèlo, dove il ciclismo è il tempo libero più popolare.

3414,4 km dal ventoso Nord-Est attraversando tutta la Francia fino a Tignes sulle Alpi, scendendo a sud su Carcassonne e Andorra, i Pirenei, e il gran finale degli Champs Elysée a Parigi. La Grande Boucle dal colore giallo che ci accompagnerà fino al 18 luglio con appassionanti giornate e tappe.

Buona fortuna ai nostri Peter Sagan, Wilko Kelderman Emanuel Buchmann, Ide Schelling, Patrick Konrad, Daniel Oss, Nils Politt e Lukas Postelberger.

Festeggeremo ogni giorno con le edizioni speciali del BORA-Tour de France e brinderemo alle imprese dei nostri corridori.

Imbottigliamento 2021, interessanti novità

Siamo giunti all’imbottigliamento delle nuove annate. Come sempre, dopo tanta attesa, il lavoro della campagna prima e della cantina dopo vengono perfezionati con il vino in bottiglia.

I “Bianchi” classici di annata e i Vini Piwi Resistenti sono pronti, caratterizzati da freschezza al naso e intensi aromi, e dal palato rotondo e piacevole.  Peculiarità emerse dall’andamento climatico dei mesi estivi con ampi periodi soleggiati e buone escursioni termiche. La vendemmia è avvenuta tra la fine del mese di Agosto e le prime settimane del mese di Settembre.

Dopo la diraspatura degli acini, c’è stata la pressatura soffice del mosto fiore e quindi le fermentazioni in serbatoi di acciaio. Sono seguiti dei mesi di maturazione e l’imbottigliamento dei vini in questo periodo.

I “Rossi” classici e i vini Piwi Resistenti dopo il riposo della prolungata maturazione e le complesse lavorazioni dei rimontaggi e delestages, arrivano in bottiglia con l’annata 2019. Annata complicata nei mesi primaverili con basse temperature e intense giornate piovose, ma compensati dai mesi di Luglio e Agosto dove il tempo asciutto ha favorito le maturazioni delle uve. La vendemmia ha recuperato la loro qualità.

I vini nel loro complesso sono fruttati, lievemente tannici, dai retrogusti di frutta rossa matura e sottobosco. Spiccano le note astringenti nel Cabernet Franc e nel Refosco, di contro l’eleganza del Merlot.

La novità di questo 2021 è il nuovo bianco Piwi Resistente che va ad aggiungersi ai due precedenti Arconi e Limine.

Feltro Bianco

Un vino innovativo ed elegante, con Sentori fruttati di mela e frutta bianca  che si combinano a piacevoli note speziate. Vino fresco, di media struttura con spiccata acidità e dal retrogusto lieve di fieno. Ideale come aperitivo, si accompagna bene con piatti a base di verdure e carpacci di pesce.

Terre di Ger Shop al via con il Giro d’Italia

Quest’anno il Giro d’Italia torna alla naturale collocazione, il mese di Maggio con i suoi colori e le calde giornate di primavera.

Ci ritroviamo anche noi, puntuali e motivati a supportare la nostra squadra BORA-hansgrohe che presenta Peter Sagan come punta di diamante e tutti gli italiani del team, da Matteo Fabbro, Daniel Oss, Giovanni Aleotti e Cesare Benedetti.

Una novità di quest’anno!

Lanciamo il nostro e-commerce direttamente dal sito aziendale e lo inaugureremo proprio con il Giro, sottolineando la collaborazione con BORA Cooking System e i loro chef  con le etichette speciali prodotte.

Chi si iscrive alla newsletter di Terre di Ger otterrà uno sconto del 10% sui prodotti “Selezioni BORA”.

Seguiteci sui nostri account social e tutti i giorni racconteremo vicende e curiosità durante le tre settimane del Giro d’Italia. Ci sarà anche un contest nella tappa di Cortina con la corsa che passa attraverso i nostri vigneti e l’azienda. Sarà un takeover con il Team BORA-hansgrohe e i corridori.

Ai primi 5 iscritti con ordine di almeno 70 euro sarà dato in omaggio il libro fotografico Boys’n’ Bikes dedicato ai grandi del ciclismo contemporaneo.

Terre di Ger nelle… Dolomiti

Prende forma la nostra nuova azienda interamente biologica a Feltre nelle Dolomiti. Dopo il vigneto di Pinot Nero, completiamo con  il Solaris, la varietà piwi per eccellenza della montagna. “……Solaris kissed by the sun…” è lo slogan della piwi international. Infatti nel colle di San Fermo a Villaga il sole illumina e scalda fin dalle prime ore del mattino tutti i 4 ha aziendali.

Con un sesto di impianto di 2,80×1,20 e un allevamento a Sylvoz il Solaris è una vite vigorosa, forte, adatta ai terreni e ai climi di montagna. Il vino che ne deriva ha raffinati sentori floreali e fruttati, con aromi di frutti tropicali e agrumi. Impreziosito da una gradevole acidità.

Abbiamo pensato al Solaris per completare la nostra gamma di vini resistenti, dai bianchi Bronner, Sauvigner Gris, Soreli e Sauvignon Kretos e Rythos; ai rossi Merlot Khorus e Kanthus, Cabernet Eidos e Prior.

Il Pinot Nero delle Dolomiti è il vino più elegante e signorile, non poteva mancare in azienda. Sembra quasi che il sole che bacia il Solaris attraversi il colore del Pinot Nero, infatti la trasparenza è la sua caratteristica principale. Gli aromi spaziano dal vegetale, menta e aneto, ai frutti rossi come ciliegia e fragola.

Strada facendo, vi racconteremo la fioritura, la maturazione dei grappoli e la vendemmia.

Dalla cura del vigneto nasce un buon vino: le potature a Terre di Ger

La potatura è la fase più “intrigante” del ciclo produttivo della vite, dove si combinano esperienze e creatività.

Scelta dei tralci, individuazione dei germogli per l’anno venturo, la forma di allevamento, quanta produzione e la qualità…. Tutto si decide in questo periodo dell’anno.

Giornate fredde e corte ma intense. La vita riparte da qui dopo il riposo durato qualche mese dove il vigneto si è rigenerato. E’ il processo dell’”agostamento”, un divenire ciclico, costante, il germoglio che durante l’estate lignifica e diventa tralcio che da vita a nuove gemme che diventeranno a sua volta germogli fruttiferi e così via.

La potatura termina a ridosso del pianto. Sembra quasi che le viti chiamino il tempo. E’ per questo che la potatura è il momento più significativo e suggestivo.

Ogni varietà e ogni vigneto hanno le proprie prerogative, nella nostra azienda prevale la potatura a Guyot a doppio capovolto tipico friulano. Nei vigneti più vigorosi siamo più tradizionali con il Sylvoz, il classico cordone permanente con gli archetti rinnovati.

Il vino PIWI El Masut abbinato alle ricette di Ivana Frank

Sua maestà il rosso resistente, il Merlot dolce e raffinato, Khorus e Khantus nelle due versioni assieme, e la ricetta inventata e creata per esaltarne i sentori. Brava Ivana Frank, innovativa e fresca nelle sue combinazioni. Qui un particolare piatto da segnare e ricordare.

Bistecca e patatine dolci con salsa barbecue


INGREDIENTI
Per due persone

  • 600 g di patate dolci
  • 2 bistecche di lombata di manzo da 200 g
  • 1 cucchiai di farina di mais
  • 1 cucchiaino di sale
  • Olio per friggere
  • Prezzemolo fresco
  • Sale e pepe per condire

Per la salsa barbecue

  • 120 g di passata di pomodoro
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 4 cucchiai di sciroppo di acero
  • 1 cucchiaino raso di miscela
    di spezie Cajun

Sbucciare le patate dolci e tagliarle a fette piuttosto grandi (spessore ca.1 cm lunghezza 8-10 cm) e sciacquarle sotto l’acqua fresca. Riscaldare la griglia Teppanyaki a 210°C. Mettere le patate tagliate in una ciotola, aggiungere la farina di mais e il sale, scuotere bene. Distribuire le patatine sulla griglia Teppanyaki avendo cura di lasciare un po’ di spazio per le bistecche. Mettere le bistecche sulla griglia Teppanyaki e, per una cottura medium, girarle dopo la comparsa di 3 gocce di succo chiaro e rosato sulla superficie della bistecca. Attendere nuovamente la comparsa di 3 chiare gocce di succo, quindi togliere la carne dalla griglia Teppanyaki e farla riposare. Nel frattempo girare di tanto in tanto le patatine. Per la salsa mettere tutti gli ingredienti in una pentola e portare ad ebollizione, ecco fatto. Le patatine saranno pronte quando avranno preso un colore bruno dorato all’esterno e saranno morbide al centro. Aggiustare di sale e pepe la bistecca e servire con la salsa e le patatine. Decorare con prezzemolo tritato.

Il Limine Bianco Terre di Ger abbinato a una nuova ricetta di Ivana Frank

Qui siamo nella espressione migliore del bianco resistente. Friulano puro e del territorio. Il Soreli, un’uva forte e strutturata nata dal Tocai, è la componente principale del Limine. Poi il Sauvignon Kretos arrotonda con la sua aromaticità. Ivana Frank propone la seguente ricetta, perfetto connubio dei sapori nel piatto e nell’olfatto.

Gamberi su verdure cinesi al tegame con anacardi e coriandolo

INGREDIENTI:
Per due persone

  • 400 g di gamberi selvatici o biologici (puliti e sgusciati)
  • 2 peperoni, rossi ca. 300 g
  • 150 g Pak Choi
  • 1 piccola cipolla rossa
  • 1 manciata anacardi
  • 7 cucchiai di salsa di soia, 3 cucchiaibdi miele, 1 cucchiaino di amido
  • Mezzo peperoncino
  • Coriandolo fresco per guarnire

PREPARAZIONE
Riscaldare la griglia Teppanyaki a 210°C. Tagliare i peperoni a pezzettini, il pak choi a pezzi grossi e la cipolla a fette e metterli in una ciotola. Cuocere la verdura al dente (5 min). Nel frattempo mescolare la salsa di soia, il miele e l’amido di mais in una piccola ciotola. Tritare finemente il peperoncino e aggiungerlo. Salare i gamberi e aggiungerli alle verdure con gli anacardi, mescolare più volte e aggiungere la salsa. Proseguire la cottura per un minuto. Disporre le verdure sui piatti e aggiungere i gamberi. Guarnire con il coriandolo fresco.

Scopri tutto sulle ricette della Chef Ivana Frank su BORA.com.
Vuoi scoprire il nostro Limine Terre di Ger ottenuto da varietà resistenti? Visita la nostra sezione vini.

Un Buon Natale, per ricominciare al meglio!

La passione per il ciclismo incontra perfettamente il nostro lavoro, sempre a contatto con la natura, tra vigneti e frutteti. Per certi versi il corridore è simile al contadino. Lavora in solitudine nelle varie stagioni dell’anno adattandosi e facente parte dell’ambiente stesso.

Abbiamo avuto la soddisfazione della visita di Peter Sagan e dei corridori del Team Bora-hansgrohe. Una giornata rilassata e simpatica lontano dai media, tra vigne e botti di Terre di Ger, chiacchierando come amici.

E’ stato bello averli tra di noi e ringraziamo Ralph Denk della opportunità.

Cogliamo l’occasione per augurare a tutti un Buon Natale e la speranza che tutto possa ricominciare al meglio.

Gianni e Robert Spinazzè

L’Arconi Bianco Terre di Ger abbinato a una nuova ricetta

La scoperta dei vini Piwi attraverso le ricette dello chef Ivana Frank, ci porta all’Arconi. Grande aroma del Sauvignon Kretos e la struttura del friulano per eccellenza, il Soreli. Sapientemente abbinato nei profumi e sapori agli ingredienti della ricetta presentata. La fantasia e creatività nel piatto e nel bicchiere.

Grazie ad Ivana Frank, chef di Bora Cooking System, abbiamo abbinato l’Arconi ad una ricetta che dia la massima espressione alle caratteristiche del vino, particolare e interessante da scoprire.

Torri di melanzana al formaggio di capra con pistacchi, menta e fichi secchi

INGREDIENTI
Per due persone

  • 1 melanzana
  • 150 g di formaggio fresco di capra
  • 1 cucchiaio di yogurt
  • 30 g di noccioli di pistacchio tritati
  • 4-5 fichi secchi
  • 3 rametti di menta
  • ½ limone biologico – buccia e succo
  • Olio d’oliva, olio per friggere (ad es. olio d’oliva per friggere), sale, pepe

PREPARAZIONE

Riscaldare la griglia Teppanyaki a 220°C quindi, con l’aiuto della spatola ungere con un po’ d’olio. Tagliare le melanzane a fette di circa ½ cm di spessore e distribuirle sulla griglia Teppanyaki, condirle con sufficiente sale. Friggere le fette di melanzana da entrambi i lati fino a quando non saranno morbide e avranno raggiunto un colore bruno dorato. Nel frattempo grattugiare la scorza di mezzo limone e tritare grossolanamente foglie di menta e i fichi. Mettere i pistacchi e il formaggio di capra in una piccola ciotola e mescolare bene con lo yogurt, un goccio di succo di limone e un pizzico di sale e pepe. Assemblare le torre come segue: mettere prima una fetta di melanzana, poi 1 cucchiaio di crema, poi di nuovo melanzana e ripetere il procedimento in modo da avere tre strati di melanzana e tre di crema per ogni torre. Guarnire lo strato superiore di crema con altre foglie di menta. Spruzzare con un po’ di olio d’oliva.


Scopri tutto sulle ricette della Chef Ivana Frank su BORA.com.
Vuoi scoprire il nostro Arconi Bianco ottenuto da varietà resistenti? Visita la nostra sezione vini.

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su tutte le attività della cantina e accedi agli sconti dedicati sul nostro shop on-line!